Comunicazione polivalente Spesometro 2016

Comunicazione polivalente Spesometro 2016

Il giorno 24 marzo u.s., con un comunicato dell’Agenzia delle Entrate, è stato prorogato al 20 settembre 2016 il termine per la presentazione della comunicazione annuale della black list 2015.

Gli utenti che vogliono usufruire di tale proroga possono escludere i movimenti black list dallo spesometro. Per la successiva presentazione dei soli movimenti black list, seguiranno ulteriori aggiornamenti del programma, che verranno segnalati come di consueto tramite Email.

Relativamente alle sole note di variazione relative a movimenti black list, precisiamo quanto ci è stato comunicato da Assosoftware come comportamento corretto da adottare.

• Note di variazione in aumento: devono essere considerate come le fatture (in SAI le operazioni devono entrare tra le tipologie 1 o 2 o 3 – cioè operazioni imponibili, non imponibili, esenti o non soggette).

• Note di variazione in diminuzione che si riferiscono ad una fattura rientrante nello stesso periodo dell’adempimento: vanno inserite in diminuzione dell’importo della fattura originaria (in SAI le operazioni devono entrare tra le tipologie 1 o 2 o 3 – cioè operazioni imponibili, non imponibili, esenti o non soggette)

• Note di variazione in diminuzione che si riferiscono ad una fattura rientrante in un periodo precedente all’anno dell’adempimento: vanno inserite nella voce specifica note di variazione nella sezione opposta a quella dell’operazione cui si riferiscono (es. note accredito cliente vanno tra le operazioni passive). In SAI tali operazioni devono avere la tipologia 4 (note di variazione). Solo in presenza di questo ultimo caso è necessario scaricare l’aggiornamento della versione 1.2.7 di SAI.

Resta inteso che l’impostazione delle operazioni è libera e quindi, se lo ritenete opportuno, potete adottare una soluzione diversa da quella suggerita sulla base di quanto indicato dal vostro consulente fiscale.

Lascia un commento